• Eccellenza

Rotaliana Calcio, una storia che ha inizio negli anni 60

La radici della "Rota" affondano agli inizi degli anni 60 e sono notoriamente legate alla musica Beat e al Rock. "Stanchi" del ballo, alcuni baldi giovani della borgata iniziarono a fantasticare sul mondo pallonaro. I pensieri si trasformarono ben presto in realtà con la costituzione di una vera squadra di calcio che andava affiancando la routine quotidiana composta da lavoro, scuola, bar e oratorio ma al contempo regalandole vibrazioni ed emozioni nuove, più intense. 

Come in tutte le imprese, i problemi non mancarono, anzi. Mancava un vero campo da calcio, i mezzi finanziari, i dirigenti, e bisognava fare i conti un nemico molto ostico: l'indifferenza dell'opinione pubblica, concentrata nella risoluzione di problemi di altra natura.

I baldi giovani però non si dettero per vinti, iniziarono una loro personale contestazione, fatta di scritte sui muri delle case e sui selciati delle strade comunali, di slogan come "Non condannate i giovani, aiutateli". La calce che serviva per imbrattare i muri e le strade, veniva presa "in prestito" da Claudio Pamelin, che furtivamente la sottraeva al padre, titolare di un'impresa edile.

 Le "campagne di sensibilizzazione" unite a svariati articoli inviati alle testate giornalistiche, produssero gli effetti desiderati: Don Carlo Fedrizzi acquistò di sua sponte palloni, magliette (quelle del blasonato Genoa). Il suo non rimase un gesto isolato: anche altre persone decisero di portare il loro contributo ricco di entusiasmo. Fu così possibile costituire un vero assetto societario e dirigenziale, anche grazie alla disponibilità riscontrata nei Sig. Fossi, Murari, La Micela e Fontana, i quali predisposero un incontro con gli allora amministratori comunali. L'incontro andò a buon fine: l'allora Sindaco Sig.Maccani trovò il terreno, messo a disposizione dal Comm. Galler provvisoriamente in località la Rupe, sul quale fu costruito il campo da calcio in attesa, quattro  anni dopo, di trasferirsi al nuovo (adesso vecchio), "De Varda".

Grande fu la soddisfazione di quanti contribuirono alla creazione e alla realizzazione del Progetto, dai giocatori ai dirigenti ai politici accomunati da un unico pensiero "Aiutare i Giovani". Così nacque l'U.S. Rotaliana che diede ben presto grandi soddisfazioni a tutti i suoi tifosi, così come narrano le cronache di allora: "... e furono ben 10 i pullman a seguito della squadra...".

E la storia continua....

IN EVIDENZA

  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next

Che bello il nostro primo torneo!!!

11-04-2016

E' sempre emozionante vedere la gioia negli occhi dei bambini che partecipano per la prima volta ad un torneo di calcio. Atteggiamenti, sguardi, movenze mutano con il passare del tempo; i miglioramenti sono graduali e...

I° Trofeo Koenigsberg

28-02-2016

Fuori la pioggia incessante e le cime imbiancate dalla neve. Dentro un centinaio di bambini desiderosi di emulare i lori campioni. Una giornata perfetta per disputare il I° Trofeo Koenigsberg, andato...

Torneo Beppe Viola

14-02-2016

Si è conclusa ancora una volta positivamente l'esperienza "Beppe Viola" per i Pulcini della Rota. Pioggia (che per i bambini assume sempre una connotazione positiva), gonfaloni di tutte le società alzati...

Rotaliana Social